Quello che dovete sapere di me. La parola ai ragazzi (della Branca R/S)

 

Quello che dovete sapere di me La parola ai ragazzi

 




 

da Farhenheit - I libri e le idee Rai Radio 3 e da Agesci.it:


" Un messaggio nella bottiglia, un lungo "post" un po' speciale senza un volto e senza nome, ma che ne racchiude tanti insieme; quasi un manifesto generazionale. Un libro fatto di lettere che raccontano sogni, paure, convinzioni e dolori dei ragazzi e delle ragazze di oggi.

Senza filtri e senza moralismi. Nell'estate del 2014, trentamila ragazze e ragazzi compresi fra i sedici e i ventun anni hanno partecipato alla Route nazionale, appuntamento storico degli scout Agesci, per conoscersi, confrontarsi, stare insieme. In vista di quell'occasione è stato chiesto a tutti loro - su base volontaria e in forma anonima - di scrivere una lettera con il titolo "Quello che dovete sapere di me", ovvero di stendere liberamente il proprio autoritratto, intorno a pensieri, questioni, sentimenti avvertiti come urgenti, essenziali per avere una rappresentazione corretta della loro vita, al di là dell'appartenenza allo scoutismo.

Circa novecento fra loro hanno aderito all'invito, e Stefano Laffi, ricercatore sociale (dell'agenzia di ricerca sociale "Codici" - http://www.codiciricerche.it/ita/codici), ha guidato la sua équipe in un approfondito lavoro di analisi sul materiale raccolto. Qui, ne restituisce una selezione per costruire un libro composto dalle voci dei ragazzi, dai loro racconti, dalle loro lettere a nessuno e a tutti noi. Dopo tante parole sui ragazzi di oggi, finalmente le loro parole delineano un autoritratto composito e sorprendente, di una generazione che è molto osservata ma, forse, molto poco capita.


Il ricavato– su ispirazione di uno dei temi centrali della Carta del Coraggio – verrà interamente devoluto alla Fondazione Migrantes della CEI, al progetto “Il Valore della Vita” per le scuole di Lampedusa."

 

Si ringrazia per l'indispensabile e cortese collaborazione la Zona Scout Agesci di Firenze e, in particolare, Lorenzo Fiesoli.

 

Grazie a tutti e Buona Strada!

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Our website is protected by DMC Firewall!